Tutorial – primi abiti

Vita matrimoniale ed abiti dell’erede

Un articolo a sfondo tutorial su come sopravvivere durante la vita matrimoniale senza scappare in Groenlandia. Arriva un momento bellissimo, la coppia aspetta un bimbo. Verso la fine della gravidanza potrai ricevere da amici ed amiche, abiti che al loro bimbo non vanno più. La quantità varia da una busta a due tir sotto casa. In questo caso, cosa fare? Ecco cosa ho fatto io.

Tu, amore mio, divina Strega, con quel bellissimo sorriso mi hai mandato un messaggio, dicendo che mi aspettava una sorpresa. Dopo tredici ore fuori casa, pregustavo la tua lasagna di crepes. Meglio di un porno. Entrato, in realtà il porno l’ho visto, ossia un’orgia di vestitini e abitini. Tu hai iniziato a mostrarmeli con gioia, uno alla volta, come facevo io da bimbo quando mostravo agli altri la raccolta delle figurine Panini. Gli abiti per bimbi non sono come far vedere Zenga, Bergomi, Ferri e compagnia varia. Al terzo splendido abitino mi ero spaccato i marroni ero sinceramente un po’ annoiato.

Cosa mi ha salvato da questo inferno e dal doverli sistemare?

Semplicemente annuire, sorridere e rispondere “Ma è stupendo!”. Facendo queste tre cose in successione, ho notato che mia moglie restava allegra e contenta e li piegava, sistemandoli nei cassetti.

Unica nota da segnalare. Se vostra moglie vi mostra l’assorbente tutto spiegazzato chiedendovi gentilmente di buttarlo, mentre lei sta piegando la roba, evitate di rispondere con “Ma è stupendo”. La situazione potrebbe prendere una piega come l’Inferno dantesco.

tutorial, strega, vita matrimoniale, abiti per neonati, interni

Lavorare col sorriso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...