Crisi di coppia e stato di guerra

L’amore non è bello se non è litigarello. Forse una delle citazioni più scontate con la quale iniziare questo post, in modo assolutamente banale. Ma cosa succede se il “litigarello” non è un semplice un bisticcio di due giovani piccioncini alle prime armi, ma di una coppia sposata, con bimbo e dopo 5 giorni di notti insonni?

Crisi di coppia, come sopravvivere

Vi potete amare quanto volete, potete aver già litigato più volte, anche in modo forte, ma con l’arrivo di un bebè, il litigio, come nei giochi di ruolo, anche lui crescerà di livello e di intensità e renderà le crisi di coppia ancor più folcloristiche. Come spiegarmi meglio.

  • Litigio agli inizi – si discute per una chiamata persa, scatta qualche gelosia, poi un ti amo, un bacio e finisce lì (per l’uomo, il quale magari non sa neanche perché sta litigando, non per la donna, il tutto viene immagazzinato nel lobo del cervello serbo rancore in eterno);
  • Litigio pre matrimonio – si discute sull’organizzazione del matrimonio, chi invitare, chi no, iniziano screzi sulla sala, si passa a musi lunghi che posson durare sette giorni, un mazzo di fiori e passa la paura (ma lei è di Winterfell e il Nord non dimentica)
  • Litigio post matrimonio – uscire con amici o da soli, andar dai parenti o uscire con gli amici, invitare qualcuno a casa oppure no, uno dei due fa molto tardi e l’altra è ancor sveglia ad attenderlo. Mazzo di fiori più variante scatola di cioccolatini e finisce lì (non per lei);
  • Litigio post matrimonio con neonato – dopo magari una settimana difficile sul lavoro, sette giorni con bimbo insonne che sveglia tutto il quartiere, anche una semplice posata fuori posto, potrà scatenare l’inferno. Come sopravvivere con un regalo? Non ci sono regali, se siete maschietti assumete qualcuno che assaggi il primo boccone al posto vostro, perché le donne in questo stato fanno rientrare, trai diversi condimenti, anche l’antigelo.
fotografia, albero di natale, crisi di coppia, natale

I wish you a bloody xmas

Detto questo, perché piazzare una immagine con un alberello di natale che non azzecca un caz un benemerito nulla con tutto quel che ho scritto? La mia colpa è che sono nerd, all’epoca avevo la scimmia per web, per la ps, videogiochi e giochi di ruolo, fotografia e post produzione, tutte cose con le quali vegetare davanti ad uno schermo ed ignorare la vita sociale.

La ps4 è diventata, ad oggi, una console con la quale vedere Il Contadino cerca moglie, giochi di ruolo, internet, non ne parliamo neanche, smettere di fumare, mettersi a dieta. Ma uno fa tutto per immenso amore. Ma il folletto nerd non può essere messo a tacere ed un giorno ti dice di andare su Amazon, sono partite delle offerte su due obiettivi macro. Tu non ne hai ancora uno, devi averlo. Ed è una offerta botta di cu molto valida. Accentuata dal fatto che l’obiettivo in questione è molto valido anche per ritratti e dettagli.

Ma alla fine non abbiamo litigato per questo, per altro, non aggiungo altro perché certe cose vanno trattate privatamente e non perché non ho la più pallida idea di quale sia stata la scintilla.

Dal litigio alla legge marziale

Sta di fatto che dopo due ore di risiko con mia moglie, il bimbo ha osservato questa scena dapprima esterrefatto e poi ha sorriso. Ed è stato lì che io, nella mia infinita saggezza, mi sono detto, ma è il caso di far assistere un bimbo ad un litigio trai suoi genitori? I primi mesi ci sta, tanto non ricorderà un caz cavolo, ma noi abbiam un maschietto, nel caso di una femminuccia, lei ha iniziato a serbare rancore dal primo biberon freddo che le avrete somministrato.

Qui devo ringraziare personalmente mia mamma e pace all’anima sua papà, in quanto non ho mai assistito ad un loro litigio, hanno tenuto così tanto a noi che dopo due anni da quando siam nati io e mia sorella, hanno divorziato.

Ma quando si accumula un bel po’ di stress, quando anche manca lucidità perché sembra di non riposare mai, come sopravvivere a tutto questo? Ritagliarsi un’ora. Non dico al giorno, pure un’ora a settimana, da dedicare a un hobby, una passione. Su questo sono fortunato, perché ho una splendida e fantastica moglie che in questo mi aiuta. Ed è così fantastica che che posso riassumerla in una delle sue citazioni. Le chiedevo di trovarsi un hobby, qualcosa da fare, lasciare il bimbo nelle mie mani e pensare qualche ora a sè. La sua risposta mi ha colmato il cuore di gioia

Sei tu la mia passione, marito mio adorato. Una passione vera e propria, intesa proprio come una croce.

La Strega

Come si fa a non amare una persona simile? Come si può parlare di crisi di coppia con una persona così infinitamente sublime?

Tornando al tema principale (ma qual era?), quando il pargolo cresce, direi di evitare queste forme di alterazione verbale, perché lui cresce ed immagazzina tutto quello che vede e sente di un litigio. Sarebbe poco bello essere richiamati dall’asilo, perché magari l’erede, in un compitino in classe con tema, la tua vita in famiglia, enuncia

Mamma e papà, ieri hanno litigato. Quando litigano bevono sempre tanti succhi di frutta. Quello di mamma ha un frutto tanto strano, jager e qualcosa. Quelli di papà sono concentrati di pere giganti. Lui beve tante Peroni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: